WELCOME!!!!!!!







NON C'E' TRUCCO E NON C'E' INGANNO... IO ME TE MAGNO!!!

lunedì 31 maggio 2010

IL BLOGGATORE

Buon lunedì, questo post è per far sapere a tutte le appassionate di cucina che passano da me che mi sono iscritta ad Il Bloggatore. Un portale, (se così si può definire, non conosco molto bene il linguaggio tecnico), che raccoglie molti blog di cucina e che pubblica quotidianamente moltissime ricette interessanti!
Dateci un'occhiata e magari chiedete anche voi di farvi inserire...

http://cucina.ilbloggatore.com/

sabato 29 maggio 2010

TOTANI RIPIENI




Diamo a Luciano quel che è di Luciano. Questo piatto è stato realizzato grazie al suo estro creativo.
I totani ripieni di ricotta e pan grattato. Mi sono piaciuti proprio tanto, anche se, per non mangiare carboidrati la sera, ho evitato di intingere nel sugo 2/3 fettine di pane tostato che ci sarebbero state proprio bene!!!

Ingredienti:

4 Totani di media grandezza
1/2 Cipolla piccola tagliata fina fina
250g Pomodori pachino
5g Prezzemolo
1/2 Tentacoli dei totani
sale e pepe

Ingredienti ripieno:

10g Pangrattato
1/2 Tentacoli dei totani
100g Ricotta
15g Prezzemolo
sale e pepe

Tgliare ai totani i tentacoli e farli a pezzetti.

Preparare il ripieno mischiando il pangrattato con la ricotta, metà dei tentacoli fatti a pezzetti ed il prezzemolo. Salare e pepare (non troppo), a me piace il contrasto di un sugo saporito con un ripieno meno sapido.

Riempire i totani, lasciando un pò di spazio sull'imboccatura, perchè in cottura si restringono e il ripieno altrimenti uscirà come è successo a me (niente di male, perchè rimangono comunque pieni e la parte che eccede a causa del loro restringimento, andrà a dar più gusto al sugo) e chiudere con uno stecchino.

In una pentola capiente mettere a soffriggere per un minuto circa la cipolla tagliata finemente con un pò d'olio.
Senza aspettare che imbiondisca, perchè altrimenti poi il sapore della cipolla è troppo forte e a me non piace, aggiungere 1/2 bicchiere d'acqua e subito i pomodori pachino tagliati a metà.
Lasciar cuocere per 4/5 minuti e nel frattempo schiacciare qualche pomodorino di quelli in cottura, per creare un sughetto più gustoso.
Trascorso questo tempo mettere in padella i totani ripieni e i rimanenti tentacoli fatti a pezzetti.
Aggiungere acqua fino a coprire per metà i totani, coprire con un copercio e lasciar cuocere, girare ogni tanto e aggiungere acqua fin quando sarà necessario per la cottura.
Quando sono quasi pronti aggiungere 5g di prezzemolo tritato e lasciar addensare il sugo.
La cottora è di circa 45 minuti.

Un ringraziamento particolare allo chef, in questo caso sono stata solo un'aiutante!





venerdì 28 maggio 2010

SACHER





Circa un anno fa su una rivista ho letto questa ricetta, così per una festa di beneficenza ho deciso di provarla, sapendo che non poteva che essere un successo, come infatti si è rivelata.

Ingredienti:

150g Burro
150g Zucchero
200g Tuorli
200g Albumi
125g Cioccolato fondente
150g Farina
250g Marmellata di albicocche

Ingredienti per la salsa al cioccolato:
125g Panna
300g Cioccolato fondente

Montate a schiuma il burro con metà dello zucchero, aggiungete un pò alla volta i tuorli, il cioccolato grattugiato, gli albumi montati a neve, lo zucchero rimasto e la farina passata al setaccio.
Versate il composto ottenuto in una tortiera imburrata e infarinata e cuocete in forno a 200 gradi per quindici minuti, poi toglietelo dalla tortiera e lasciatelo raffreddare.

Quando si è raffreddato, scaldate in un pentolino la marmellata di albicocche fino a farla bollire.
Aprite la torta in due parti e farcitela con la marmellata di albicocche bollente, quindi richiudetela.

Procedimento salsa al cioccolato:

Mettete la panna in un pentolino; quando inizia a bollire, toglietela dal fuoco, aggiungete il cioccolato tagliato a pezzetti, mescolate fino alla fusione del cioccolato, ricoprite la torta.

Per fare la scritta Sacher io ho messo un pò della salsa al cioccolato avanzata dalla copertura, oramai raffreddata, dentro una bustina che normalmente uso per congelare gli alimenti. Ho fatto un forellino in un angolo e l'ho usata a mo di sac a poche... se però avete una tasca da pasticcere, sarà ancora meglio ovviamente!

RINGRAZIAMENTI

Volevo ringraziare tutte le persone che mi hanno lasciato un commento e un saluto di benvenuto.
Non sono ancora molto pratica e non so bene se dovrei rispondervi per farlo direttamente, ma mentre imparo ad usare il blog vi ringrazio da qui.
Un bacio grande a tutte!!!

mercoledì 26 maggio 2010

TORTA PINGUINO




Questa torta la dedico alla mia cuginetta Sara. Ogni volta che viene a trovarmi gliela faccio trovare, perchè so che lei ne va matta.
Per chi non ha problemi di linea vi metto la ricetta originale, vi lascio però un PS più in basso sulle modifiche che apporto, quando decido che parteciperò all'assaggio, per renderla meno calorica (per quanto possibile)...

Ingredienti:

4 uova
4 cucchiai cacao amaro
200g farina
200g zucchero
100 burro
1 tazzina da caffè di latte
1 bustina di lievito

Ingredienti per farcirla:

200ml di panna
Nutella (la quantità dipende dai gusti, a me non piace uno strato troppo alto di nutella, ma se è per la mia cuginetta allora abbondo!!!)

Zucchero a velo

Sciogliere il burro e lasciarlo raffredare

Montare le uova con lo zucchero fino a farle bianche e spumose.

Aggiungere gradatamente il latte, il cacao, la farina, il burro (che nel frattempo deve essersi freddato) ed il lievito.

Cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti.

Una volta fredda, tagliare a metà la torta e spalmare prima di nutella, poi di panna montata.

PS Quando la faccio per me, dimezzo le dosi della torta, inoltre la cuocio su una teglia di 25cm, come farei con le dosi normali, in modo che risulti più bassa (perchè a me piace poca pasta e molto ripieno) e al posto della panna metto 250g di ricotta mischiata a 25g di zucchero. A me piace moltissimo anche senza panna e i miei sensi di colpa si dimezzano come le dosi della torta e della quantità di grassi!!! :-)
Questa foto invece è la versione con la ricotta...a vista non cambia molto, anche perchè sono scarsa a fotografare, ma migliorerò! Promesso



martedì 25 maggio 2010

PAN DI NUVOLA





I Pan di Nuovola sono dei dolcetti battezzati così dalla mia mammina, che quando li ha assaggiati per la prima volta ha notato in loro una particolare sofficità.
Li ho inventati un giorno che avevo intenzione di fare qualcosa di poco calorico per la mia colazione. Quando cucino dolci per amici o parenti non mi pongo limiti calorici, il mio unico problema è che siano deliziosi, diverso è quando la destinataria dell'"opera" sono io o qualcuno di casa, quando cioè, non si tratta di un dolce per un'occasione, ma quello che in casa a mio avviso non deve mancare mai. In tal caso, dalle ricette di base vado a sostituire gli ingredienti con apporto calorico alto con altri che potrebbero non alterarne troppo il risultato, abbassando i grassi, gli zuccheri e di conseguenza le calorie. In questa ricetta ho dunque evitato sia burro che olio e non mi aspettavo di certo tanto successo...beh, dovuto anche al cioccolato a scaglie che mi sono concessa in barba alla dieta. Ad ogni modo chiunque abbia assaggiato questi dolcetti, fatti così, senza nessuna pretesa ne è rimasto catturato. Quindi se amate il cioccolato, scoprirete una ricetta che vi permetterà il lusso della trasgressione senza troppi rimorsi. Poi la mattina è il momento migliore per assumere zuccheri senza il rischio di ingrassare e se si assumono sotto forma di Pan di Nuvola è più piacevole che con merendine industriali (che detto tra noi, fosse per me non esisterebbero) e di certo è molto più salutare. Ecco la ricetta se-gre-tis-si-ma:

Ingredienti:

250g ricotta

250g farina (125g 00 - 125g manitoba)

100g zucchero

2 uova

1 pizzico di sale

1 bustina di lievito

1 bustina di vanillina

100g gocce di cioccolato

Lavorare insieme la ricotta, la farina, lo zucchero, le uova ed il lievito.

Aggiungere il cioccolato a pezzetti, non troppo piccoli (sarà un piacere trovare bei pezzi di cioccolato in bocca).

Rivestire una teglia di carta da forno e con l'aiuto di due cucchiai adagiare delle palline della grandezza di un'albicocca.

Cuocere in forno a 180° fino a doratura.

In cottura tendono a scendere un pò.

Volendo si può aumentare la farina fino ad un totale di 280g per averle più consistenti.

TORTA MANOLA




La torta che vado a postare oggi è una torta che ho cercato fare su misura per la mia BEST Manola. Per best si intende best friend, ma anche best person, best in senso ampio del termine ecco.
Dovete sapere che questo disastro ambulante di donna, che io adoro proprio così com'è, ama le nocciole, la nutella e la panna. Ecco dunque la ricetta della torta su misura per lei:

Ingredienti per il Pan di Spagna:

6 uova
100g farina
70g fecola
200g zucchero
1 bustina di vanillina
scorza frattugiata di mezzo limone

Procedimento:

Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale.

Montare fino a renderli bianchi e spumosi i tuorli con lo zucchero, la vanillina e la buccia del limone.

Mescolare farina e fecola.

Unire ai tuorli gli albumi con delicatezza dal basso verso l'alto.

Unire poca alla volta farina e fecola precedentemente mischiate.

Mettere in uno stampo da 26 cm a 180° per 30/35 minuti. Dopo la cottura io lo lascio ancora nel forno spento qualche minuto.

Con questa dose il pan di spagna viene molto alto, ma il rischio che scenda è maggiore rispetto ad una dose minore su uno stampo della stessa grandezza. Se non si ha bisogno di un dolce alto si possono ridurre le dosi di tutti gli ingredienti in modo proporzionale e farne uno più basso.

Ingredienti per la farcitura alla nocciola:

400g nutella
200ml panna
50g nocciole tritate
1/2 pacco di wafer sbriciolati alla nocciola

Procedimento:

Montare leggermente la panna e unirla alla nutella, aggiungere i wafer sbriciolati e la granella di nocciole, quindi mescolare bene.

(questa farcia l'ho letta in un blog tempo fa, ma non riesco a ricordare quale)

Ingredienti per la bagna:

Ho semplicemente sciolto un cucchiaio di nutella in un bicchiere di latte

Per rifinire il dolce:

200ml di panna montata zuccherata.

granella di nocciole per decorare i lati della torta.

Come montare il dolce:

Una volta che il Pan di Spagna si è freddato lo tagliamo in senso orizzontale in modo da ottenere tre dischi.

Bagnamo quindi il primo con latte e nutella (volendo si può aggiungere anche del liquore)

Passiamo il primo strato di farcia, circa metà della quantità totale.

Posizioniamo il secondo disco.

Lo bagnamo e stendiamo la farcia rimanente.

Concludiamo con l'ultimo disco di Pan di Spagna. Bagnamo anche questo con latte e nutella.

A questo punto montiamo 200 ml di panna già zuccherata e ne stendiamo una parte in modo da ricoprire tutta la superficie della torta. (ricordarsi che una parte dobbiamo lasciarla per le rifiniture).

Prendiamo altre nocciole tostate e ridotte in granella e con l'aiuto di una spatola le facciamo aderire sulla circonferenza del dolce.

Inseriamo in una sac a poche la panna rimasta e andiamo a ricamare lo strato superiore della torta.

Conservare in frigo.

PS Alla mia dolce Manola è piaciuta un sacco!!! Provatela!




lunedì 24 maggio 2010

NADAFER: DOLCETTI AI CEREALI

Amo giocare a tennis. Non sono per nulla brava, ma è uno sport stupendo che mi appassiona tantissimo. Amo anche seguirlo, per questo in una poivosa giornata di maggio, mentre seguivo la finale degli Internazionali di Roma 2010 disputata da Nadal - Ferrer, mi sono messa a pasticciare e sono venuti fuori questi dolcetti. Quando io e mia sorella abbiamo deciso di dar loro un nome, visto che la ricetta ce l'eravamo inventata all'istante e che le dosi erano poco precise perchè fatti ad occhio abbiamo optato per Nadafer, nel nome compaiono parte di quelli dei tennisti e a noi ricorda (Niente da fare) perchè idendtici sarà difficile duplicarli avendoli elaborati con le qualtità degli ingredienti ad occhio. Ad ogni modo ho provato a trascriverli nel modo più preciso possibile.

NADAFER



Ingredienti:


2 uova (albume e tuorlo)


100g zucchero


50g cioccolato bianco


50g cioccolato fondente


1 bustina di vanillina


1/2 bustina di lievito per torte


1/2 bicchiere di olio di semi


uvetta q.b. (a proprio gusto)


cereali Kellogs q.b. (non saprei proprio indicarne la quantità)


un pizzico di sale


Procedimento:


Mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida.


Battere le uova con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose.


Aggiungere alle uova sbattute il cioccolato al latte e fondente a scaglie, un pizzico di sale, i cereali, la farina mischiata con il lievito (il composto deve risultare molto molliccio), la vanillina e l'uvetta scolata dall'acqua e asciugata su un tovagliolo.


Mescolare bene affinchè gli ingredienti si amalghimino uniformemente.


Versare negli stampini in silicone o in pirottini precedentemente imburrati ed infarinati per circa i 3/4 della capienza.


Cuocere a 180° per 15/20 minuti, fino a doratura o comunque quando infilando uno stecchino esca completamente asciutto.


Mio fratello se li è spazzati via in men che non si dica ed ha molto apprezzato la consistenza che assumono i cereali appena i dolcetti sono sfornati...sì, perchè non gli ha dato tempo nemmeno di freddarsi un pò che se li è sbafati rischio ustione!!!





sabato 22 maggio 2010

LASAGNE FUNGHI E PROSCIUTTO COTTO



Ecco qui una ricetta che mi ricorda la nonna Antonia. Lei era davvero una cuoca meravigliosa. Qualunque cosa fatto da lei aveva quel qualcosa in più che non ammetteva paragoni. Nei pranzi di Natale o nelle riunioni tra parenti, dove c'erano sempre i suoi nipotini (dei quali faccio parte anche io), non poteva far mancare le lasagne bianche delle quali noi andavamo matti!
Condividividendo con voi questa ricetta vi faccio entrare un pò a casa.


Ingredienti:

300 g lasagne

Ingredienti besciamella:

25g burro
25g farina
1/4 litro di latte
1 pizzico di sale
un pizzico di pepe

Procedimento:
Fate sciogliere il burro in una pentola, toglierla quindi dal fuoco e aggiungere la farina setacciata. Rimettere sul fuoco e far cuocere per qualche minuto mescolando sempre per non farla attaccare.
Togliere la pentola dal fuoco e unire il latte mano a mano mescolando sempre con un cucchiaio di legno.
Rimettere la pentola sul fuoco e lasciarla a fiamma bassa finchè non comincerà a bollire.
Lasciarla bollire per un minuto, sempre mescolando.
Aggiungere un pizzico di sale e di pepe.
Lasciarla raffreddare.

Ingredienti condimento:

2hg prosciutto cotto
1/2 kg funghi champignon
1 mozzarella
1/2 hg di salsa tartufata
1 confezione di panna da cucina
burro q.b.
parmigiano q.b.

Procedimento:

Lavare e spezzettare i funghi. Cuocerli in una pentola con olio, sale e pepe.

Passare al frullatore i funghi col prosciutto cotto.

Scottare la pasta in una pentola di acqua salata bollente con un cucchiaio di olio (pochi pezzi per volta in modo che non si attacchino in cottura). Immergerla in acqua fredda solo un attimo e appoggiarla su un panno asciutto in modo da allargarla bene.

Prendere una teglia. Metterci dei fiocchi di burro, un filo d'olio, un pò di salsa di prosciutto cotto e funghi e un pò di besciamella.

Fare quindi il primo strato di lasagne sopra lo strato di condimento

Coprire con besciamella, la slsa funghi e prosciutto cotto, la panna, qualche fiocco di burro, un pò di salsa tartufata mozzarella e parmigiano.

Contunuare questo procedimento fino a finire gli ingredienti.

Sull'ultimo strato di pasta mettere dei fiocchi di burro e un filo d'olio.

Infornare a 200° a forno caldo per mezz'ora circa... fino a doratura.

Foto prima di essere messa in forno:

Foto appena sfornata:


PS: la salsa tartufata, potete sostituirla con dei tartufi veri e propri, di certo così il piatto acquista un plus valore.